Rocco

Alessandro Mendini

SHARE

Sgabello in legno massello di cedro profumato lavorato da un blocco unico, ricorda la corolla di un fiore. Si tratta di prodotti in legno completamente naturali e rifiniti a mano senza l’aggiunta di alcun trattamento, eventuali movimenti, crepe e mutamenti nelle condizioni del legno sono caratteristica imprescindibile di questi arredi e sono da imputare al naturale assestamento e alle diverse condizioni ambientali.

Immagini

Alessandro Mendini

Designer

Alessandro Mendini, architetto, è nato a Milano. Ha diretto le riviste "Casabella", "Modo" e "Domus". Sul suo lavoro e su quello compiuto con lo studio Alchimia sono uscite monografie in varie lingue.

Realizza oggetti, mobili, ambienti, pitture, installazioni, architetture. Collabora con compagnie internazionali come Alessi, Philips, Cartier, Bisazza, Swatch, Hermés, Venini ed é consulente di varie industrie, anche nell'Estremo Oriente, per l'impostazione dei loro problemi di immagine e di design. E' membro onorario della Bezalel Academy of Arts and Design di Gerusalemme. Nel 1979 e nel 1981 gli è stato attribuito il Compasso d'oro per il design, è "Chevalier des Arts et des Lettres" in Francia, ha ricevuto l'onorificenza dell'Architectural League di New York e la Laurea Honoris Causa al Politecnico di Milano. E’ stato professore di design alla Hochschule für Angewandte Kunst a Vienna ed è professore onorario alla Accademic Council of Guangzhou Academy of fine Arts in Cina. Suoi lavori si trovano in vari musei e collezioni private.  

Nel 1989 ha aperto assieme al fratello, architetto Francesco Mendini, l'Atelier Mendini a Milano, progettando spazi commerciali, uffici, residence e abitazioni.

Il suo lavoro, teorico e scritto, oltre che progettuale, si sviluppa all'incrocio fra arte, design e architettura

Materiali

Essenze e finiture
Cedro effetto piallato
Cedro Contract
Cedro Sabbiato
Cedro Vulcano

Scheda tecnica

Natural Living

Ogni acquirente che acquista un prodotto Riva 1920 riceverà in dono una piccola pianta, su richiesta, per restituire il favore alla natura che ha prodotto il legno utilizzato per la produzione del mobile acquistato.

 

L’immagine proposta è puramente indicativa e potrebbe pertanto non essere perfettamente rappresentativa.
L’imballo in legno è stato sostituito con quello in cartone riciclato per un minor impatto sull’ambiente.

Scarica il modulo