Briccole

Le Briccole sono le protagoniste indiscusse della città di Venezia. Si tratta di pali di rovere primo fusto piantati sul fondale marino ed utilizzati per segnalare le vie d’acqua e le maree alle imbarcazioni. La durata media delle Briccole all’interno della laguna è di circa 10/20 anni, corrose in corrispondenza dell’escursione di marea devono essere  periodicamente sostituite a causa dell’usura e della rottura. Caratteristica principale delle Briccole, nel quale trovano il loro habitat naturale flora e fauna marina, è data dalla lavorazione delle teredini marine (o teredini navali), molluschi dalla forma allungata che lasciano il segno del loro passaggio e scolpiscono questo legno attraverso un lavoro fatto di buchi tondi assolutamente perfetti, che vanno a creare disegni e sagome molto suggestivi.

Legno di riuso

Immerso nell’acqua e temprato dalla salsedine, esposto alle intemperie e scolpito dai molluschi, questo rovere di alta qualità, diventa nel tempo un legno assolutamente unico, pregiato, romantico e nobile per il suo valore storico e per le sue caratteristiche intrinseche. Riva 1920 ha deciso di donare una terza vita a questo legno, lanciando una collezione di arredi in Briccola dal basso impatto ambientale per non dimenticare che il legno è una delle risorsa preziosa ma non infinita. Ancora una volta la natura è la protagonista assoluta ed è capace di donare fascino ed emozioni uniche.

Collezione Briccole

La presentazione di questo grande progetto, si è avvalsa dell’importante e fondamentale impegno di 33 designer (Terry Dwan, Paola Navone, Angela Missoni, Luisa Castiglioni, Antonio Citterio, Matteo Thun, Michele De Lucchi, Mario Botta, Riccardo Arbizzoni, Elio Fiorucci, Paolo Pininfarina, Franco e Matteo Origoni, Pierluigi Cerri, Erasmo Figini, Enzo Mari, Marc Sadler, Luca Scacchetti, Aldo Cibic, Helidon Xhixha, Karim Rashid, David Chipperfield, Aldo Spinelli, Carlo Colombo, Paolo Piva, Claudio Bellini, Thomas Herzog, Philippe Starck, Pinuccio Sciola, Alessandro Mendini, Andrea Branzi, Giuliano Cappelletti, Piero Lissoni, Gualtiero Marchesi), stilisti e scultori contemporanei, chiamati ad interpretare questo fantastico legno attraverso una collezione di arredi che vuole essere insieme celebrazione di un materiale di riuso e tributo alla città di Venezia.